/, Sezione 2/Caro 2021, regalaci la forza di sorridere

Caro 2021, regalaci la forza di sorridere

di | 2020-12-27T13:44:29+01:00 27-12-2020 6:05|Attualità, Sezione 2|2 Comments

PALERMO – Caro 2021, mancano ormai pochi giorni al tuo arrivo. Sei atteso con trepidazione e speranza, perché nel 2020 la dolorosa sorpresa della pandemia ci ha fatto precipitare nel buco nero di una fragilità imprevista, piena di ansia e paura. A pensarci bene però dovremmo essere grati anche all’anno che ti ha preceduto perché, se siamo qui ad aspettarti, vuol dire che abbiamo avuto il dono di essere ancora nel grande cerchio visibile della Vita.

A te, che entri nella Storia attraverso la porta misteriosa del Tempo, chiediamo aiuto per realizzare alcune possibilità.

Vorremmo innanzitutto che ci spronassi a salvare la Natura: nessun futuro sarà possibile se non adegueremo il consumo delle risorse ambientali a quanto Madre Terra può sopportare. Aiutaci quindi a diventare uomini e donne capaci di cura: intanto verso la nostra casa comune, poi verso noi stessi, i nostri figli e nipoti, i più deboli, e anche nei confronti dei nostri fratelli animali. Rendici capaci di dare una mano e di fare gesti concreti verso chi ne ha bisogno; con una cura speciale per chi è solo e per chi ha perso i propri cari proprio nel 2020.

Illuminaci poi nel distribuire in modo giusto ricchezze e lavoro: non è umano che nel 2021 ci siano ancora tante persone disperate perché – con o senza pandemia – non possono guadagnarsi da vivere onestamente e con dignità.

Donaci allora la saggezza della mente e del cuore, per prendere la decisione giusta al momento opportuno, per pronunciare i sì e i no utili a noi stessi e alla società; quella saggezza che ci rende forti e umili insieme, tenaci nel perseguire una buona meta e resilienti nelle difficoltà.

Per favore, se possibile, concedici il dono della salute, mai tanto apprezzato e gustato come adesso. E con la salute e il controllo dell’epidemia, fa’ che tornino i viaggi e soprattutto gli abbracci.  Ecco, proprio queste due forme diverse di contatto con gli altri – i viaggi, incontro con l’esterno, gli abbracci, segni della vicinanza intima e affettuosa – sono forse le dimensioni che ci sono mancate di più nel 2020 e che vorremmo recuperare al più presto.

In ogni caso, qualsiasi cosa accada, donaci la forza di sorridere e vivere in armonia con quella leggerezza dell’anima e del cuore di cui parlava Italo Calvino.

Ma ecco che, mentre ricevi il testimone dal 2020, dietro la barriera invisibile del 31 dicembre intravediamo il tuo sguardo sibillino e sfuggente: appena nato, cominci a svanire anche tu, lasciando un minuscolo frammento in ciascuno. Caro 2021, in realtà il nostro futuro sarà buono per l’ambiente, pieno di cura, lavoro, saggezza e armonia, di abbracci e sorrisi solo se ognuno sarà il grembo fecondo di queste scintillanti possibilità.

Maria D’Asaro

 

Ha lavorato nella scuola media come psicopedagogista e docente; dal 2020 è giornalista pubblicista. E’ autrice del blog: Mari da solcare
https://maridasolcare.blogspot.com

2 Commenti

  1. Adriana 27 dicembre 2020 at 9:54 - Reply

    Grazie Maria, è bellissimo!

  2. OLga 27 dicembre 2020 at 11:21 - Reply

    Bellissima lettera!

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi