//ARTE PER… RACCONTARE

ARTE PER… RACCONTARE

di | 2019-04-24T10:58:56+02:00 24-4-2019 10:58|Alboscuole|0 Commenti
a cura di Emma Capponi classe terza scuola primaria F.A. Frondini –  Quello presentato di seguito è il testo elaborato da Emma Capponi, un’alunna della classe terza della scuola primaria F.A. Frondini, prescelto dagli stessi compagni di scuola fra i tanti ritenuti meritevoli di essere pubblicati. Si tratta di un componimento personale elaborato al termine di un microprogetto di arte incentrato sulla lettura, interpretazione e rielaborazione creativa dell’opera pittorica. Se è vero infatti che ogni tela nasce dal rispetto di tecniche, accostamenti cromatici e proporzioni più o meno rigidamente definiti, è pur vero che nulla come l’ispirazione e la personalità dell’artista può renderla unica ed irrepetibile. Ogni opera d’arte rappresenta l’espressione profonda del suo creatore, preziosa testimonianza di un’intimità desiderosa di emergere attraverso le linee, le forme ed il colore, in un equilibrio costante e misterioso. Il ruolo dei piccoli spettatori è stato quello di attribuire nuovo senso all’opera d’arte, leggendo e decodificando creativamente le immagini osservate alla ricerca di significati nascosti, appropriandosi dei “codici segreti” celati fra una pennellata e l’altra, svelando analogie e simbologie in grado di raccontare storie e sentimenti universali.   “Era una notte magica. Sotto il cielo blu le acque erano calmissime ed un bambino navigava, era un orfano amico della Luna. La Luna era appesa ad un filo e amava chiacchierare insieme al bambino. Insieme si divertivano. Purtroppo però il filo era vecchio e si strappò. La Luna cadde in acqua pensando che fosse giunta la sua fine. Il bambino spaventato la guardò affondare ma poi allungò svelto una mano per ritirarla su. Il gesto del bambino fu segno di una grande amicizia.   Testo di Emma Capponi, introduzione a cura delle insegnanti della cl. III della scuola primaria F.A. Frondini

Lascia un commento