//Fiori in 3D per salvare gli insetti di Lidia Garofalo

Fiori in 3D per salvare gli insetti di Lidia Garofalo

di | 2019-09-13T10:07:09+02:00 13-9-2019 10:07|Alboscuole|0 Commenti
Matilde Boelhouwer è una giovane designer che ha avuto una grandiosa idea per salvare gli insetti: dei fiori artificiali. Gli insetti sono una grande risorsa per l’ ambiente, ma li stiamo perdendo: ogni anno perdiamo il 2,5% della popolazione mondiale. Proprio per questo Matilde ha deciso di impegnarsi per fornire loro una riserva di cibo d’emergenza, nelle città dove i fiori si trovano a grande distanza l’uno dall’altro. Una delle ragioni per cui gli insetti stanno scomparendo è sicuramente per i colori grigi delle città che prendono il posto ai bellissimi colori della natura. Ogni fiore 3D è composto da petali di poliestere disposti attorno ad un contenitore che raccoglie l’acqua piovana, l’acqua, così, va a finire in un serbatoio di zucchero. L’acqua zuccherata, poi, viene ripompata verso l’alto per diventare cibo. Sono state elaborate 5 diverse strutture, di forme e dimensioni differenti, una per ogni specie di insetto impollinatore. Dice Matilde Boelhouwer <<Non ha senso parlare di sviluppo se non è compatibile con l’ambiente, non siamo i padroni di questa terra, siamo solo i fiori di un grande giardino>>.

Lascia un commento