//Ci vuole un fiore…

Ci vuole un fiore…

di | 2019-06-06T20:28:22+02:00 6-6-2019 20:28|Alboscuole|0 Commenti
Il progetto della continuità didattica rappresenta il primo passo per i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia per sperimentare una prima conoscenza del contesto e degli ambienti della scuola Primaria. Raccordare, mediare e facilitare la prima esperienza, tra un ordine di scuola e l’altro, è estremamente delicato perché in essa si concentrano aspettative, timori, sicurezze affettive e relazionali. Quest’anno il Progetto Ponte, tra le ultime sezioni della scuola dell’Infanzia e le prime classi della scuola Primaria dei plessi di Fagnano Centro e di Santa Caterina Albanese, ha avuto come filo conduttore “Dal chicco al pane”: i bambini hanno seguito l’affascinante percorso del chicco di grano partendo dalla semina fino alla panificazione. Per i bambini il percorso conoscitivo è continuato presso una fattoria didattica che è stato anche il loro primo viaggio d’istruzione. In mezzo alla natura e a tanti animali, hanno imparato a seminare e a piantumare, hanno impastato il pane e hanno fatto, tutti insieme, un’ottima merenda con pane e olio oppure con pane e marmellata, come si faceva una volta. In classe il percorso didattico è continuato cantando e illustrando, con un laboratorio espressivo, la nota canzone, pubblicata nel 1974, “Ci vuole un fiore”, il testo è di Gianni Rodari, la musica è di Luis Bacalov e Sergio Endrigo. Questa canzone è ancora molto attuale. Rappresenta un vero e proprio manifesto in difesa della natura perché tutte le cose sono collegate tra loro e se davvero “Per fare tutto ci vuole un fiore”, prestiamo molta attenzione alla salvaguardia delle api e al loro ruolo nel preservare la biodiversità. Tutto nasce dalla natura e salvaguardarla è la nostra più grande responsabilità: questo è il messaggio che le giovani e le giovanissime generazioni hanno condiviso durante questo reciproco scambio di esperienze.

Lascia un commento