//Sentiero Italia, trekking da 7000 chilometri

Sentiero Italia, trekking da 7000 chilometri

di | 2021-04-25T07:18:48+02:00 25-4-2021 7:05|Controluce|0 Commenti

Settemila chilometri attraversando tutta l’Italia, isole comprese. Con 500 tappe e punti di sosta dislocati nei luoghi strategici del percorso. Il Sentiero Italia del Cai, che attualmente rappresenta uno dei trekking più lunghi al mondo, collega tutte le regioni italiane offrendo agli escursionisti il fascino, la bellezza e le tradizioni del territorio attraversato.
Se ne è parlato mercoledì scorso in un incontro sull’applicazione digitale Zoom organizzato dalla facoltà di Scienze della Montagna dell’Università della Tuscia in collaborazione con il Club Alpino Italiano e la Sabina Universitas di Rieti. Titolo del seminario “Sentiero Italia, turismo di prossimità e turismo respondabile”, relatori Antonio Montani, vicepresidente del Cai, e il giornalista di montagna Gianluca Gasca. Ed entrambi hanno evidenziato come il Sentiero Italia sia diventato “un grandissimo bacino di opportunità per il crescente turismo outdoor e per la riscoperta dell’Italia intera con le sue tradizioni e la sua cultura viva e profonda”. Una realtà da scoprire in maniera sostenibile con un approccio ecosostenibile.
Si sviluppa lungo tutta la dorsale appenninica, isole comprese, e sul versante meridionale delle Alpi. L’itinerario venne ideato nel 1983 da un gruppo di giornalisti escursionisti, riunitisi poi nell’Associazione Sentiero Italia e, successivamente, nel 1990, fatto proprio dal Club Alpino Italiano. Le sezioni del Cai sparse per l’Italia ne hanno individuato nel dettaglio il percorso, i posti tappa e la segnaletica. Il Sentiero Italia venne inaugurato nel 1995 con una grande manifestazione organizzata dal CAI “Camminaitalia 95”, ripetuta poi nel 1999 assieme all’Associazione nazionale Alpini (ANA).

Vincenzo Torti, presidente del Cai

Il concatenamento di sentieri che formano il Sentiero Italia attualmente è quasi completamente segnalato con i colori bianco e rosso e la dicitura “S.I.”.
Si identifica nella segnaletica che lo traccia, uniformata da cartelli segnavia colorati di rosso/bianco/rosso. Le sezioni del Club Alpino Italiano sono al lavoro per valorizzare i tratti di loro competenza. Si tratta di circa 500 tappe che uniscono le Alpi agli Appennini, utilizzando per lo più alcune grandi vie sentieristiche già pre-esistenti: la Grande Traversata delle Alpi in Piemonte, lunga circa 1000 chilometri; l’Alta Via dei Monti Liguri in Liguria (44 tappe per oltre 400 km); le 28 tappe della Grande Escursione appenninica in Toscana e in Emilia Romagna (425 chilometri); e il Sentiero del Brigante in Calabria, con le sue nove tappe (120 km di lunghezza).
Secondo Vincenzo Torti, presidente generale del Cai, Sentiero Italia rappresenta “una montanità che significa attenzione per l’ambiente ma anche per le popolazioni, alle quali assicurare la presenza di un turismo nuovo che, al ritmo della lentezza, voglia andare alla scoperta del nostro Paese, dei suoi borghi al pari dei suoi boschi, delle sue tradizioni come pure della sua dimensione enogastronomica”.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi