//Qualità della vita, Auckland è prima

Qualità della vita, Auckland è prima

di | 2021-08-29T07:20:50+02:00 29-8-2021 7:05|Controluce|0 Commenti

Prima Auckland, in Nuova Zelanda; seconda Osaka, in Giappone; al terzo posto Adelaide, Australia; Wellington, capitale della Nuova Zelanda, conquista 11 posizioni rispetto all’ultimo report dell’Economist Intelligence Unit e sale al 4° posto della classifica. Posizione che divide con Tokyo che ha ottenuto lo stesso punteggio. Al quinto c’è Perth, la soleggiata città dell’Australia.
Il Global Liveability Index 2021, nell’ultimo rapporto della Intelligence Unit dell’Economist (EIU) ha pubblicato di recente l’annuale lista delle città dove si vive meglio al mondo. La pandemia di Covid-19 e sue varianti hanno colpito a livello mondiale ma l’Europa è stata particolarmente penalizzata. Vienna al vertice per due anni consecutivi scende alla 12esima posizione. Penalizzata anche la Germania, con Francoforte, Amburgo e Düsseldorf, in cima all’elenco delle città che hanno perso più posizioni. E in questa lista c’è anche Roma: 57esima in classifica. E non è andata meglio al Canada che non è riuscito a rimanere nemmeno tra le prime 10. Prima del 2020 erano tre le città canadesi a eccellere, Calgary, Vancouver e Toronto. Quest’anno Vancouver è quella più in alto, occupa la 16esima posizione. Fra i Paesi europei solo la Svizzera è nei primi 10 posti della classifica con Zurigo, settima, e Ginevra, ottava.

Osaka

Insomma i Paesi dove si vive meglio sono la Nuova Zelanda e l’Australia che evidentemente hanno saputo gestire più degli altri la grave crisi sanitaria.
Il Global Liveability Index valuta ogni anno 140 città sulla base di oltre 30 parametri divisi in cinque categorie: stabilità politica ed economica, sanità, cultura e ambiente, istruzione e infrastrutture.
Quest’anno, a causa del Covid, sono stati presi in considerazione nuovi indicatori come lo stress sulle risorse sanitarie e le restrizioni su eventi sportivi, teatri, concerti, ristoranti e scuole. Le città che guidano la classifica 2021 sono quelle che sono riuscite a contenere meglio la pandemia. E che sono state in grado di eliminare più rapidamente le restrizioni, tornando a una parvenza di vita normale abbastanza presto.
Vivibilità, torniamo in Italia e vediamo come siamo messi. Il Sole 24 Ore pubblica la classifica delle città italiane più vivibili. E lo fa analizzando la qualità della vita a secondo della fascia d’età. Tre fasce d’età analizzando 12 parametri.
Le tre generazioni che vengono prese in esame sono: i bambini (fascia da 0 a 10 anni), i giovani (da 18 a 35 anni) e gli anziani (dai 65 anni in su). Vediamo ora per le tre categorie quali sono i capoluoghi che si qualificano come le migliori e le peggiori zone italiane per qualità della vita nel 2021.

Cagliari, città a misura di bambino

Nella top five nella categoria bambini troviamo Cagliari in testa. Nel capoluogo sardo c’è infatti il numero più alto di pediatri e di servizi rivolti alle famiglie, con un rapporto molto favorevole tra reddito medio e retta degli asili nido, che accolgono il 27% dei bambini di età fra gli 0 e i 3 anni.
Seguono Prato, Udine, Ravenna e Ferrara. All’ultimo posto c’è Napoli dopo altre 4 province del Mezzogiorno: Salerno, Catania, Foggia e Caserta.
In particolare Napoli raggiunge un punteggio molto basso nell’indice dedicato allo spazio abitativo (il rapporto tra superficie media dell’abitazione e il numero di persone che compone il nucleo familiare che vi abita stabilmente).
Tra le prime cinque città per qualità della vita dei giovani (18/35 anni) troviamo invece Trento, Rovigo, Cuneo, Ravenna e Belluno. Agli ultimi posti invece Genova, Taranto, Pescara, Barletta, con Roma che occupa l’ultima posizione.
La classifica delle 5 migliori città e delle 5 peggiori per la qualità della vita degli over 65 nel 2021 conferma il drammatico divario tra Nord e Sud.
Le prime cinque sono Ravenna seguita da Bologna, Bolzano, Parma e Milano. Mentre in coda si piazzano ben 5 città siciliane: Palermo, Enna, Messina, Trapani e Agrigento.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi