//Pasqua: caldo al sud, piogge al centro-nord

Pasqua: caldo al sud, piogge al centro-nord

di | 2022-03-31T18:15:19+02:00 3-4-2022 7:05|Controluce|0 Commenti

Pasqua al sole o sotto la pioggia? Questo l’interrogativo che ci assale in questo fine marzo dove in gran parte d’Italia ha prevalso il bel tempo. Adesso la nostra curiosità è rivolta alle festività pasquali allorquando – e speriamolo per l’ennesima volta – molte persone programmano viaggi o almeno quelle gite fuori porta che possono alleviarci da pensieri se non d’angosce che pensavamo appartenere ad altri tempi.
Per rispondere a questa domanda dobbiamo fidarci delle proiezioni stagionali per il prossimo mese di aprile, la cui tendenza inizia peraltro a essere ormai attendibile, specialmente per il periodo che va dalla Domenica delle Palme fino a Pasquetta, dal 10 al 18 aprile. Oggi gli esperti, con i mezzi e le conoscenze a disposizione riescono a darci non la certezza degli eventi atmosferici ma almeno ci vanno assai vicino.

Al sud, forse, sole e caldo

Dopo una lunga fase di siccità, il mese di aprile si preannuncia piuttosto instabile. Tutta colpa dello stratwarming che continua a insistere sopra al Polo Nord, ovverosia di un anomalo riscaldamento della stratosfera che provocherà la frantumazione del vortice polare in più parti. Questo tipo di dinamiche sono in grado di stravolgere il clima in breve tempo, con effetti anche sul nostro Paese.
Gli ultimi calcoli degli esperti ci dicono che dopo un lungo periodo di siccità le perturbazioni atlantiche, e quindi le piogge, potrebbero tornare a dar sollievo al nostro assetato territorio. Ma state tranquilli, niente di particolarmente eccezionale, si tratta di un normale decadimento stagionale dovuto alle implicazioni termodinamiche, ovvero come conseguenza della radiazione solare che ritorna e che riscalda la regione polare.

Al mare con l’ombrello

Per quanto riguarda l’Italia, dopo tante settimane di prevalenza anticiclonica sull’Europa centro-occidentale, le condizioni stanno per presentarci un deciso cambiamento atmosferico. Già dai primi giorni di aprile e almeno fino alla Domenica delle Palme (10 aprile) si aprirà la famigerata Porta dell’Atlantico che in gergo meteorologico vuol dire che non vi sono ostacoli alle perturbazioni in discesa dall’oceano che poteranno in molte regioni italiane, soprattutto del centro-nord, fasi meteo decisamente piovose. Ma al sud e sulle isole gli esperti non escludono la possibilità delle prime fiammate di caldo in arrivo dal nord Africa grazie a un redivivo anticiclone sub-tropicale.
Insomma per gran parte del centro-nord si prevedono festività pasquali all’insegna del maltempo intervallate da piccole e brevi rimonte anticicloniche con il sud, invece, che potrebbe addirittura godere di un anticipo di primavera.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi