//Bergamo, per Bozzetto un regalo misterioso

Bergamo, per Bozzetto un regalo misterioso

di | 2022-01-09T12:33:58+01:00 9-1-2022 7:05|Controluce|0 Commenti

Da un po’ di tempo a Bergamo c’è un pittore anonimo che lascia nelle strade della città quadri insoliti, su tela in bilico tra arte naïf e originali composizioni che mescolano cartoncini e pupazzi dando all’opera un accattivante effetto tridimensionale. Queste stravaganti opere sono apparse in varie zone della città. Ma la cosa più curiosa è che chi le trova, su invito dello stesso autore, le può tranquillamente prendere e portarsele a casa. Infatti l’ignoto artista che si firma con la sigla P015 lascia dei bigliettini sulla cornice del quadro sui quali c’è scritto: “Se vi stupite prendetelo pure”.
Anonimo l’autore e affidato al caso colui che può trovare il quadro lasciato in strada.

Il quadro lasciato in strada

Dell’ultimo ritrovamento ne ha dato notizia Bruno Bozzetto, noto in tutto il mondo per i suoi disegni animati, padre del “Signor Rossi”, l’italiano medio capace di affrontare ogni avversità con ottimismo e un sorriso, personaggio creato proprio da Bozzetto negli anni Sessanta. Bozzetto ne ha scritto sul suo profilo facebook: “L’altra sera a Lovere – si legge nel post – mi è successa una cosa che ha dell’incredibile! Mi trovavo nella sala del teatro Crystal per una bella serata dedicata al grande illustratore Pascal Campion (esponente della “visual art”, ndr), quando una persona mi ha gentilmente portato un quadro, trovato per strada, con la seguente scritta sul retro: Sono P015 e solitamente lascio i miei quadri sparsi per Bergamo in modo che chi li trova possa stupirsi almeno per un attimo (e se piacciono, anche portarseli a casa). In questo caso farei uno strappo alla regola, chiedendo a chi lo prende di consegnarlo al mitico Bruno Bozzetto. Grazie a lui da piccolo ho iniziato a disegnare per non fermarmi più. Grazie e scusate il disturbo”.

Una veduta di Bergamo alta

A portare il quadro a Bruno Bozzetto è stato Emilio Guizzetti, il passante che ha visto la piccola opera d’arte sul marciapiede scoprendo anche la scritta sul retro con l’insolita richiesta.
“Tutto sommato capisco P015 e rispetto il suo desiderio di anonimato – afferma l’artista ottantenne – chiedergli chi sia sarebbe un’invasione di campo non richiesta che forse lo spaventerebbe”.
Tra l’altro l’anonimo artista si è mostrato profondo conoscitore delle opere bozzettiane. Il suo quadro contiene tre “citazioni” e a elencarle è proprio Bruno, orgogliosissimo del regalo inaspettato: “Una è del cortometraggio ‘Il signor Rossi al camping’ e l’altra è ispirata a ‘Il signor Rossi compra un’automobile’. La terza è la pecora Beelen, da lui adottata e ritratta, con video e foto, in seguitissimi post virali”.
Un regalo insolito? “Mi hanno dato premi in tutto il mondo – ha concluso il maestro del disegno animato – ma un’emozione così non l’avevo mai provata”.
Ma intanto sulla identità di P015 resta il mistero.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi