//Oddio, l’estate appena cominciata è già finita

Oddio, l’estate appena cominciata è già finita

di | 2019-09-01T06:44:07+02:00 1-9-2019 6:06|Controluce|0 Commenti

“Siamo ormai prossimi all’avvio dell’Autunno meteorologico il quale inizia il primo giorno di settembre. E’ confermato che l’atmosfera, proprio in concomitanza con questa data, muterà il suo aspetto generale, con buona pace degli amanti del caldo e del solleone. Senza tanti giri di parole, siamo in attesa di una vera botta all’estate che ci proietterà all’interno di una fase meteo climatica diametralmente opposta a quella di questa ultima parte del mese di agosto. Prepariamoci allora a una raffica di piogge, temporali, grandine e forti venti di Bora e Maestrale”.
Questo è quanto afferma Stefano Rossi in un articolo su Il Meteo.it.
Oddio mio, l’estate appena cominciata è già finita? Pare proprio di sì considerando che in queste previsioni si parla non solo di pioggia ma anche di un significativo abbassamento della temperatura. E di una definitiva cessazione del caldo.
Insomma dobbiamo prepararci a dare l’addio all’estate 2019. Peccato, speravo egoisticamente in un settembre all’insegna del bel tempo con temperature miti che invitano chi può (come il sottoscritto) di impegnare le proprie giornate in lunghe passeggiate in spiaggia o in montagna.
Detto che secondo le previsioni ormai non c’è via di scampo per un’estate cominciata tardi e che sta per terminare troppo presto, cerchiamo almeno di prendere il lato positivo di questa situazione. Quale? La raccolta di funghi, per esempio. Una volta si diceva “A Ferragosto rompono i tempi e poi si va a funghi” ma molti, come me, fungaroli non sono e allora che fare? Diamoci alla fotografia. Fermare in uno scatto spiagge deserte, ombrelloni chiusi, cielo plumbeo e pioggia che cade insistente su quello che ormai è il ricordo di una vacanza felice e spensierata. Sarà pure un’immagine malinconica ma certamente anche suggestiva. Oppure immortalare quel carretto trainato da un mulo che s’inerpica su un sentiero di montagna, il contadino avvolto nel grosso impermeabile con cappuccio che cerca di ripararsi dal temporale.
I modi per passare il tempo ci sono, è solo questione di scelte.
Ma torniamo a bomba. L’estate – non lo dico io, lo dicono le previsioni – è giunta prematuramente al capolinea. Rassegniamoci, e se proprio vogliamo tirarci su cominciamo a pensare al 2020, ad una rivincita sempre più improbabile per colpa dei cambiamenti climatici che rendono le stagioni, e quindi le situazioni metereologiche, assai imprevedibili.
Un filo di speranza resta comunque: le “settembrate”, le “ottobrate” di una volta che regalavano inaspettate settimane fatte di giornate stupende buone per ritornare al mare. Questa volta sarebbe poco, un piccolo risarcimento per un’estate appena cominciata e già finita.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi