//Libera…mente nell’Albo d’Oro

Libera…mente nell’Albo d’Oro

di | 2019-03-17T06:48:59+01:00 16-3-2019 10:16|Pensierino del Mattino|0 Commenti

Libera…mente, giornalino scolastico dell’Istituto Giovanni XXIII di Baiano (AV), giunto alla sua ottava edizione, ha uno scopo didattico e culturale e si propone di promuovere la lettura e la scrittura sotto una diversa forma.

Partecipando alla redazione del giornalino, infatti, gli studenti coinvolti migliorano le proprie competenze e capacità linguistiche in un’attività culturale e ludica al tempo stesso. I ragazzi sono chiamati a comporre testi giornalistici d’interesse collettivo utilizzando il linguaggio appropriato, a riconoscere le caratteristiche specifiche della produzione scritta per diverse forme di articolo giornalistico, imparano come si ricercano e si usano le fonti. In questo modo il giornale promuove attività che affondano le radici in un patrimonio comune per diventare risorse individuali e viceversa, con un’attenzione particolare alla multiculturalità. Inoltre, il processo creativo trasforma la scrittura in pratica sociale — scrivere per e con gli altri — e favorisce la circolazione e il confronto di idee, sfruttando la flessibilità dei mezzi informatici e dell’interattività del web.

La redazione è composta dagli alunni scelti nelle classi quinte della scuola primaria e nelle classi della scuola secondaria di primo grado. I ragazzi, organizzati in gruppi, sono guidati da un caporedattore, scelto tra loro, che ha il compito di gestire le rubriche affidate. Tutto l’Istituto Comprensivo, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di primo grado, contribuisce ad arricchire le pagine del giornalino con disegni, poesie, articoli, esperienze vissute. La redazione seleziona il materiale e provvede anche alla costruzione delle rispettive rubriche usando il Publisher.

I diversi ruoli e le diverse mansioni all’interno dei gruppi, di volta in volta attribuibili o assumibili in piena flessibilità dettata da motivazioni emozionali o didattiche, inducono i ragazzi ad assumersi responsabilità e impegno sperimentando così l’organizzazione d’equipe redazionale come divisione e condivisione di compiti nel rispetto dei ruoli assunti.

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi