/, Sezione 5/Le cene prima di Natale? Quasi un incubo

Le cene prima di Natale? Quasi un incubo

di | 2018-12-08T00:25:34+01:00 9-12-2018 6:20|Attualità, Sezione 5|2 Comments
ROMA – Con l’approssimarsi delle feste natalizie e come da recente tradizione, ogni anno, dai primi di dicembre inizia l’intenso periodo delle cosiddette “Cene prima di Natale”. Inutile negarlo, ormai di inviti a eventi gastronomici con la scusa di scambiarsi gli auguri prima delle feste se ne ricevono a bizzeffe. Basta avere un minimo di vita sociale, praticare uno sport, far parte di un’associazione, avere un lavoro, un hobby, una passione o semplicemente basta avere un gruppo di amici o di vecchi compagni di scuola che subito parte l’idea dell’incontro pre-natalizio.   Ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le categorie, nessuno ne è escluso e chi ha figli si vede quasi raddoppiare gli appuntamenti per questo genere di mondanità. Certo, trascorrere una spassosa serata conviviale con altre persone è davvero un modo piacevole per anticipare gli auguri, ma sono diventate talmente tante le proposte in programma che in qualche maniera ci si inizia a difendere anche perché si avvicinano le grandi abbuffate di Natale ed il fisico e la salute potrebbero risentirne.   Tra i tanti inviti alle cene si distinguono e sono sicuramente da lodare quelli che hanno una valenza ed una finalità sociale, umanitaria e benefica, ma prestate bene attenzione alle cene natalizie aziendali che, pur se ideate per rafforzare il gruppo e pensate come un alto momento aggregativo, possono rivelarsi catastrofiche se il comportamento non sarà consono al ruolo e all’evento. La cena aziendale per gli auguri di Natale è un ringraziamento speciale per il lavoro svolto durante l’anno, quindi cercate di rilassarvi e lasciarvi andare ma senza esagerare, senza perdere completamente il controllo della situazione, in modo da non commettere gaffe imbarazzanti davanti a compagni di lavoro e superiori.   A tal proposito, ecco alcuni comportamenti assolutamente da evitare in queste circostanze e qualche simpatico suggerimento da tenere bene a mente quando, tra un brindisi e l’altro, dimenticherete di trovarvi tra i colleghi con i quali trascorrete gran parte della vostra vita.   Bisogna sempre restare lucidi e ricordare le gerarchie aziendali: evitate quindi in uno slancio di entusiasmo di rivolgervi al vostro superiore con dei toni troppo urlati, confidenziali e trionfalistici. Potrebbe non prenderla bene.  Una cena festosa non può essere definita tale senza la musica ma dal momento che non si tratta di un vostro concerto personale, evitate di impossessarvi del microfono soprattutto se le vostre corde vocali non hanno nulla di musicale.   Quando le “bollicine” e l’entusiasmo avranno preso il sopravvento, non provate a ballare sulle sedie o peggio ancora sui tavoli come visto in un film perché la vita reale è diversa dal cinema e si può rischiare di scivolare facendo una figura che verrà ricordata fino alla vostra pensione.  Astenetevi per una sera dal flirtare con il/la collega di turno. Nel tempo dei social sarete immediatamente immortalati, “taggati” e diverrete celebri sul web per la gioia delle vostre famiglie.   Ricordate che la persona elegante esce da una festa così com’è entrata quindi dopo un brindisi ed un ballo di troppo lui eviti camicie sbottonate e cravatte annodate sulla testa, mentre lei esca dalla festa sui suoi tacchi così come trionfalmente vi era entrata.  Se si vogliono evitare figuracce che rimarranno negli annali dell’azienda, rinunciate a fare facce troppo strane al momento della foto di gruppo. Molto probabilmente quello scatto verrà stampato, incorniciato ed affisso nei corridoi dell’azienda o peggio ancora girato sui computer di tutti i colleghi.  Al momento di salutare ricordatevi di ringraziare chi ha organizzato l’evento cercando di condividere con voi e gli altri quell’intimità, quello spirito di gruppo e senso di appartenenza che solo in occasione di queste festose cene si riesce ad ottenere.   Buon divertimento.  

Paolo Paglialunga

2 Commenti

  1. virginio fiori 9 dicembre 2018 at 19:38 - Reply

    Grande Paolo ,come sempre preciso e puntuale

  2. Catia 9 dicembre 2018 at 23:43 - Reply

    👌👍

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi