/, Spettacolo/L’Arena di Verona, il tempio della musica

L’Arena di Verona, il tempio della musica

di | 2018-10-06T19:58:54+02:00 7-10-2018 6:15|Sezione 4, Spettacolo|0 Commenti
VERONA – Edificato attorno alla metà del I secolo d.C. appena fuori alla cinta muraria della Verona romana, l’Anfiteatro romano alto quasi 31 metri, costruito con la pietra calcare della Valpolicella ed in grado di ospitare fino a 30.000 spettatori (attualmente 15.000), per tutti ora è semplicemente l’Arena, il tempio della musica. In età romana gli spettacoli offerti al pubblico nell’Anfiteatro di Verona furono principalmente duelli tra gladiatori e lotte con animali feroci o esotici provenienti da Paesi lontani, nel Medioevo invece lo spazio della platea venne utilizzato per eventi legati all’amministrazione giudiziaria e alle condanne capitali, fra le quali la messa al rogo di condannati per eresia. Fu nel Rinascimento che si cominciò a tutelare l’Anfiteatro anche dal punto di vista del decoro e vi si allestirono i primi spettacoli con i teatrini in legno. Nel 1822 si tenne il primo evento prevalentemente musicale e di ballo con un preludio lirico diretto da Gioacchino Rossini. Nel 1890 anche il mitico Buffalo Bill presentò all’Arena il proprio spettacolo  “Il selvaggio West”. Nel XX secolo ci fu il cambiamento e si iniziò a dedicare l’Anfiteatro alla grande musica. Dal 1913 si svolgono regolarmente le stagioni estive della lirica con la prima storica edizione dell’Aida rappresentata in occasione del centenario della nascita del suo grande compositore Giuseppe Verdi. E’ quindi grazie a questo meraviglioso spazio creato dai Romani, perfettamente conservato e che attualmente rappresenta il centro della città nella bella e pedonale Piazza Bra, che si può godere e beneficiare ancora adesso di spettacoli sia lirici che di musica pop/rock  e che fanno dell’Arena di Verona il punto di riferimento per i grandi concerti. Il cartellone della lirica di quest’anno in programma dal 22 giugno al 1 settembre ha avuto inizio con l’opera Carmen di George Bizet, proseguendo come da tradizione con  la rappresentazione storica dell’Aida del 1913 ricca di spettacolari scenografie e costumi, poi Turandot di Puccini, Il barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini ed il Nabucco di Giuseppe Verdi. Fuori programma ma ormai una consuetudine l’esibizione di Roberto Bolle end Friends. Nel 2019 il Festival della lirica inizierà il 21 giugno con La Traviata, meravigliosa e straziante, per continuare con L’Aida (edizione storica 1913) e Il Trovatore, tutte opere di Giuseppe Verdi, poi Carmen di Bizet con la travolgente Overture e Tosca di Giacomo Puccini famosa anche tra i non appassionati di musica lirica grazie ad alcune romanze tra le quali la celebre “E lucevan le stelle”. Il 16 luglio tornerà ad esibirsi Roberto Bolle mentre il 4 agosto, nella serata evento, sarà Placido Domingo ad estasiare il pubblico con lo spettacolo 50 Anniversary Night. Le opere verranno proposte, come sempre, in maniera alternata tra loro in modo da garantire un facile ricambio degli spettatori a tutto vantaggio, facilmente comprensibile, della città di Verona e delle attività commerciali che godono di riflesso del successo all’Arena. Grandi artisti italiani e stranieri anche della musica pop/rock si sono esibiti o programmano di farlo in questo straordinario palcoscenico che quest’anno ha visto tra i protagonisti: Sam Smith, Jovanotti, il concorso Wind Music Award 2018, i Deep Purple, Lanny Kravitz, Scorpions, Sting & Shaggy, Laura Pausini, Max Gazzè, Claudio Baglioni con i tre concerti evento per festeggiare i 50 anni di carriera (fantastica la scelta di posizionare il palco al centro dell’Arena così da avere uno scenario ed un colpo d’occhio davvero unico) ed infine Antonello Venditti a quarant’anni dalla pubblicazione dell’Album “Sotto il segno dei Pesci”. Per il 2019 sono già in vendita i biglietti dei concerti di Elton John le cui date sono fissate il 29 e 30 maggio.

Paolo Paglialunga

Nella foto di copertina, lo splendido colpo d’occhio dell’Arena di Verona   

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi