/, Sezione 4/Perché demonizzare la mano del diavolo?

Perché demonizzare la mano del diavolo?

di | 2019-09-27T11:09:54+02:00 29-9-2019 6:15|Attualità, Sezione 4|0 Commenti

NUORO – I mancini sono circa il dieci per cento della popolazione mondiale. Nei secoli, la tendenza ad utilizzare la mano sinistra ha spesso suscitato grandi curiosità, fino a diventare oggetto di credenze popolari, pregiudizi, superstizioni e false convinzioni su chi aveva la sfortuna di nascere non destrimane.

In Sardegna era frequente, fino agli anni Settanta del Novecento, che una donna mancina evitasse di parlare della sua condizione al futuro marito per paura di venire rifiutata, poiché considerata non perfetta. Il lato sinistro del corpo anticamente era associato alla sfortuna, alla possibilità di un destino ostile e negativo. Nell’Isola, infatti, la distinzione tra “manu eretta” e “manu ‘e manca”, tra mano destra e mano sinistra, non si limitava ad indicare solo la distinzione tra le due mani, ma tra ciò che era giusto e ciò che non lo era. Il termine “manca” in lingua sarda significa “debole”, “sbagliato”, infatti “mancari” in sardo equivale a “sbagliare”, così come in latino “mancus” è sinonimo di storpio o mutilato.

Fino a pochi decenni fa le anziane maestre spesso contrastavano il mancinismo e correggevano il bambino legando la mano sinistra dietro la schiena per obbligare il soggetto mancino ad impiegare la sola mano destra. Il metodo del “mancinismo contrastato” proseguiva poi in famiglia, perché genitori e nonni impedivano al bambino di consumare i pasti con “la mano del diavolo”. L’unica eccezione all’uso della mano destra era tollerato nella pulizia quotidiana delle parti intime, di per sé considerate impure. Anche la scienza in passato contrastava il fenomeno del mancinismo e nei trattati di psichiatria, a partire dal 1921, tale caratteristica era annoverata tra le patologie rivelatrici di segni di demenza, di follia. Solo a partire dal 1970 si iniziò a considerare l’uso della mano sinistra come caratteristica peculiare della singola persona e non come una malattia da curare.

Oggi, vista la lunga lista di eccellenti personalità mancine come Leonardo da Vinci, Pablo Picasso, Barack Obama, Diego Armando Maradona, Lady Gaga, Valentino Rossi, Eminem o Bill Gates, l’uso della mano sinistra è meno demonizzato e, anzi, è considerato indice di capacità intellettive superiori.

Virginia Mariane

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi