/, Sport/E se i piccoli atleti fossero tutti orfani?

E se i piccoli atleti fossero tutti orfani?

di | 2019-01-26T18:57:58+01:00 27-1-2019 7:00|Punto e Virgola, Sport|0 Commenti
Dove Carpenedolo, Bassa Bresciana, a metà strada con Mantova, palestra della scuola media di via Dante.   Quando Mattina di una domenica qualunque, di una settimana qualunque, di un anno qualunque.
  Chi Tredicenni appartenenti alle seguenti squadre: Amico Basket Carpenedolo e Negrini Pallacanestro Quintello 1996.   Chi Arbitro, anch’egli tredicenne, praticamente alla prima gara ufficiale dopo aver superato il corso.   Chi Marco Giazzi, allenatore del Carpenedolo e anch’egli arbitro in categorie superiori.   Che cosa Campionato Under 13 di basket maschile, girone “Bronze” Brescia 3.   Perché E qui viene il bello: gara sospesa per abbandono da parte dei padroni di casa al termine del terzo quarto. E partita persa a tavolino 0-20.   Perché Reiterati insulti e offese da parte del pubblico nei confronti dell’arbitro.   Chi Pubblico? No, non sono tifosi e, almeno sulla carta, non sono nemmeno a rischio Daspo. Sono semplicemente i genitori (forse anche peggio degli ultras).   Chi Marco Giazzi, sempre lui. Prova a richiamare il “pubblico” ad un comportamento più corretto, ma ottiene un unico risultato: insulti e offese anche per lui.   Che cosa Il match non ha alcun valore per la classifica; entrambe le contendenti non hanno velleità di qualsiasi genere.   Chi I ragazzini sul parquet vogliono semplicemente giocare in santa pace la loro partita e soprattutto divertirsi. Ci sono campioni in campo? No, assolutamente no. Quindi sbagliano, commettono errori e ingenuità. Esattamente come l’arbitro, che è infatti un loro coetaneo.   Che cosa Alla fine del terzo parziale, quando l’allenatore Giazzi decide di abbandonare la contesa, il Carpenedolo (cioè la sua squadra) è avanti di 10 punti.   Perché Il “pubblico” non capisce perché la partita è stata interrotta. Non lo capiscono nemmeno i piccoli giocatori in campo, ma quando il tecnico lo spiega accettano la decisione e la condividono pure. Chissà se anche i loro genitori lo avranno compreso e condiviso… I dubbi in merito sono notevoli.   Citazione Diceva Paolino Pulici (detto “Puliciclone”), ex attaccante del Torino che vinse lo scudetto: “I ragazzi che giocano nel settore giovanile dovrebbero essere tutti orfani”. Si riferiva al calcio, ma l’auspicio potrebbe essere facilmente esteso agli sport (quasi tutti).   Conclusione Nessun commento. Non ce n’è bisogno.   Buona domenica.   Nella foto, Marco Giazzi con Simone Pianigiani (a destra), allenatore dell’Olimpia Milano ed ex tecnico della Nazionale   

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi