/, Sezione 7/Dopo le abbuffate è l’ora della dieta

Dopo le abbuffate è l’ora della dieta

di | 2019-01-12T09:34:49+01:00 13-1-2019 6:30|Attualità, Sezione 7|1 Comment

VITERBO – Il “tour de force” alimentare, caratteristico delle festività natalizie, ha portato, insieme al piacere della convivialità, purtroppo ed inevitabilmente, ad assumere molte più calorie rispetto al normale fabbisogno e, pertanto, ora ci tocca fare i conti con i chili di troppo, la ritenzione idrica evidente, il gonfiore addominale, l’irregolarità intestinale e, ahimè, gli sbalzi d’umore che questi disturbi fisiologici comportano. Alzi la mano chi non vive con un senso di liberazione la fine di queste vacanze.

 

A furia di zamponi e panettoni  restano addosso i chili in più segnati amaramente dalla bilancia. Siamo ingrassati in maniera preoccupante ed inoltre tutto questo insieme di feste e festeggiamenti, brindisi e auguri, amici, parenti e colleghi da vedere o almeno salutare, cene o pranzi interminabili con portate caloriche e indigeste ci ha davvero stremato. Diciamolo forte e chiaro il Natale da questo punto di vista è un incubo. Dopo la fine delle festività natalizie è normale guardarsi allo specchio e vedere qualche rotolino in più, quegli antipatici segni della cellulite, quello a cui assistiamo davanti allo specchio è davvero uno scenario apocalittico, e ogni volta, inevitabilmente, diciamo a noi stessi: “Basta, l’anno prossimo mangerò meno”.

 

Del resto, le frecciatine rivolte a chi ha qualche chilo di troppo non mancano mai soprattutto in vista della tanto odiata e temuta prova costume. Seppure qualcuno sarà sicuramente uscito indenne da cenoni, dolci e spumante, vuoi per un metabolismo da far invidia, vuoi per la forza di volontà che gli ha impedito di fare “strappi” alla regola, per la maggior parte delle persone la parola da scrivere a caratteri cubitali è solo una: dieta. E ferrea, anche. In fondo, “anno nuovo, vita nuova”: no?  Chi nella lista dei buoni propositi non ha scritto l’obiettivo di dimagrire? E poco importa se la motivazione finisce poi per scemare. L’importante è non rimandare a domani, un domani che non arriverà per cui ….. basta piangersi addosso, si deve uscire dalla modalità “autocommiserazione” e “pentimento” e asciugare le lacrime da coccodrillo. Quel che è fatto è fatto. I laboratori di analisi del sangue sono abituati, dopo le feste, a confrontarsi con i valori alterati di chi a Natale si è lasciato andare alle abbuffate, con uno spropositato aumento dei livelli di glicemia, colesterolo e trigliceridi per cui se lo stomaco ha gioito, la linea sicuramente ne risente e l’organismo necessita di ritrovare il proprio ritmo abituale.

 

Per porre rimedio a tutto ciò fortunatamente arriva gennaio: portatore di buoni propositi e fioretti per dimagrire. Dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare per ritrovare la forma prima dell’arrivo dell’estate! E’ ora di “mettersi a dieta” e rinunciare a dolci, manicaretti e in generale a tutti i cibi che solitamente piacciono di più e questo non è mai facile. Per i più basta fare un giro sul web. Sono tanti i consigli, i suggerimenti, le regole da seguire per perdere peso in maniera sana. Scrivendo su Google “dieta feste” i risultati superano i tre milioni. Leggerli tutti? E’ quasi impossibile! E allora cosa fare? Il primo suggerimento da seguire è nessun regime punitivo o digiuno, Le palestre vengono prese d’assalto, e giù a divorare chilometri su cardiofitness, cyclette e tapis-roulant. Ma lo sport da solo non basta bisogna: mettersi a dieta per depurare e disintossicare il nostro fisico da tutti i grassi e gli zuccheri in eccesso accumulati. Le tisane disintossicanti fai da te sono fondamentali al mattino appena svegli e in ogni momento della giornata (aiutano ad assumere liquidi che consentono grazie agli effetti benefici di ingredienti come zenzero, agrumi e tè verde di sentirsi leggeri e depurati); inoltre è d’obbligo aumentare il consumo di frutta, verdure e proteine magre, quelle, per intenderci, contenute nel pollo e nel pesce azzurro, riducendo pane, pasta e pizza ed evitando gli alcoolici, senza dimenticare di bere molta acqua; inoltre non possono mancare i legumi come lenticchie, piselli, ceci e fagioli.

 

Bisogna dire no ai dolci optando per cibi amici come le olive, le mandorle e le noci oppure il cioccolato amaro per cui se torroni e qualche fetta di panettone sono ancora presenti nella credenza della cucina, tentazioni che possono mettere a dura prova le nostre buone intenzioni, ricordiamo di consumarli solo sporadicamente, ma allo stesso tempo controlliamo l’insulina e riequilibriamo gli ormoni, scombussolati dalle grandi mangiate delle feste perché tutto quello che desideriamo è ritrovare il nostro peso forma e rimettere i nostri abiti più belli senza troppi problemi.

 

Adele Paglialunga

One Comment

  1. Catia 13 gennaio 2019 at 17:59 - Reply

    Adele, tutti abbiamo dei buoni propositi, ora bisogna vedere se c’è pure la forza di volontà!!!!;

Lascia un commento Annulla risposta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi