/, Cultura, Sezione 3/Biblioteche in spiaggia, l’ultima bella novità

Biblioteche in spiaggia, l’ultima bella novità

di | 2019-08-29T23:12:31+02:00 1-9-2019 6:10|Attualità, Cultura, Sezione 3|0 Commenti

NAPOLI – E’ stata un po’ la novità di queste vacanze; in diverse spiagge, forse preannunciato da un desiderio che negli anni precedenti cercava la sua realizzazione, ci si è trovati di fronte a vere e proprie biblioteche messe a disposizione dei vacanzieri. Vacanza appunto, luogo e spazio di libertà, dove qualcuno, a “tempo perso” ha potuto leggere un po’.

Prima di chiudere la valigia per partire per le vacanze, è stato il momento di fare una scelta: quale libro portare da leggere sotto l’ombrellone?

Sui litorali di tutta Italia, intanto, negli ultimi anni è scoppiata una vera e propria moda, ovvero quella della biblioteca in spiaggia: dai lidi che offrono libri di ogni genere in prestito alle biblioteche mobili su due ruote. La proposta per chi ama leggere è stata davvero molto diffusa e molto apprezzata.

A Misano Adriatico, ogni mercoledì mattina, la biblioteca si è spostata in spiaggia per continuare l’iniziativa Libri a Mare. Tale iniziativa ha consentito di prendere in prestito libri direttamente sotto l’ombrellone. E’ stato possibile trovarli, insieme a una vasta scelta di riviste, in diversi orari e dislocati in vari punti della spiaggia. Durante l’iniziativa si sono tenuti anche delle letture animate per bambini.

Un altro esempio di biblioteca da spiaggia è quella organizzata a Masua, una ex località mineraria, vicino a Iglesias: all’interno della biblioteca allestita in una casina in legno sulla spiaggia, si è potuto prendere in prestito libri e best-seller. Una volta letti, i libri venivano riportati o alla casetta o alla sede centrale della biblioteca. In altri punti d’Italia è partito il progetto Biblio-cabina: la cabina telefonica dismessa trasformata anch’essa in biblioteca. Insomma, per trovare qualcosa da leggere c’è stato e ci sarà, ancora per un po’ di tempo, davvero l’imbarazzo della scelta!

Ma i libri non solo fanno bene all’anima, fanno anche del bene: a pochi minuti da Taranto, a Capo San Vito, grazie alla collaborazione con alcune associazioni locali, tutti i sabati e le domeniche sarà infatti disponibile una ricca libreria. Tutti i volumi sono acquistabili con una piccola offerta, e tutto il ricavato sarà donato a una scuola della provincia tarantina.

Insomma tante iniziative volte a spingere soprattutto i più giovani a sfogliare libri anziché restare incollati agli schermi dei videogiochi isolandosi in mondi non sempre prossimi a realtà concrete. Gli sforzi, invece, potranno essere utili solo …agli oculisti. Leggere fa bene; leggere bene, cioè leggere autori e opere di un certo spessore, anche non solo classici, fa benissimo. Aiuta ad avere un giudizio più chiaro sulla realtà. Leggere aiuta a riflettere, aiuta a scrivere meglio, aiuta ad immaginare, aiuta a conoscere.

Non è semplice scegliere un libro, non è semplice affezionarsi alla lettura. Bisogna educarsi ad essa, bisogna necessariamente convincersi che lo stare seduti non è tempo perso. Presi dalla frenesia della vita, i pochi momenti di relax aiutano a porsi domande, interrogativi che volutamente il potere tenta di censurare. L’iniziativa della biblioteca in spiaggia, una delle proposte fatte ai villeggianti e non solo, è uno dei tanti modi per sollecitare alla lettura. E’ uno dei momenti che, ci si augura, possa continuare durante l’anno attraverso la scuola, attraverso attività curricolari ed extracurricolari e, soprattutto, attraverso insegnanti innamorati del libro che siano capaci di trasmettere il gusto della lettura.

Innocenzo Calzone

architetto e insegnante di Arte e Immagine alla scuola secondaria di I grado presso l’Istituto comprensivo “A. Ristori” di Napoli. Conduce da circa 10 anni il giornale d’Istituto “Ristoriamoci”. Svolge attività di architetto ed è appassionato di Arte. Partecipa ad attività culturali con l’associazione “Neapolis” promuovendo incontri e iniziative a carattere sociale e di solidarietà. svolge attività di volontariato nel centro storico di Napoli attraverso attività di doposcuola per ragazzi bisognosi.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi