//Amici animali con noi anche nella tomba

Amici animali con noi anche nella tomba

di | 2019-02-21T19:06:03+01:00 24-2-2019 7:05|Controluce|0 Commenti

Ero poco meno che ventenne e presi con me un cagnolino appena nato. Un bastardino che poi dimostrò un’intelligenza fuori del comune. Condivise con me 17 bellissimi anni, fino a quando, ormai vecchio e stanco, volò nei pascoli dei cieli. L’ho amato allora come lo amo oggi nei miei sogni, nei miei pensieri. In quell’ultimo giorno della sua vita gli promisi che ci saremmo incontrati di nuovo. Non credo a una seconda esistenza, mi piace comunque pensare che ciò sia possibile. Ma da oggi – esattamente da mercoledì scorso – in Lombardia per noi umani è possibile condividere con il nostro amico a quattro o due zampe se non altro la stessa tomba.
È diventata infatti legge la possibilità che gli animali d’affezione (cani, gatti o comunque i cosiddetti animali domestici) siano tumulati con i loro proprietari. La novità è prevista dalla riforma regionale dei servizi funerari, approvata dal Consiglio regionale con 41 sì e 29 no. In base al testo, gli animali d’affezione “per volontà del defunto o su richiesta degli eredi, possono essere tumulati in teca separata, previa cremazione, nello stesso loculo del defunto o nella tomba di famiglia”. La Lombardia è la prima ad adottare questa norma in Italia, ma già altre amministrazioni regionali si dicono pronte a fare la stessa cosa.
“Da oggi gli animali d’affezione come cani e gatti – afferma la relatrice del provvedimento, Simona Tironi, di Forza Italia – potranno essere tumulati nello stesso loculo del loro proprietario”. E aggiunge: “Confido nel fatto che altre regioni d’Italia seguano l’esempio della Lombardia prendendo atto del rapporto speciale che intercorre tra un essere umano e il suo amico a quattro zampe”. “E’ un atto di grande sensibilità – afferma il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Marco Fumagalli – soprattutto per quelle persone anziane che negli ultimi anni di vita hanno soltanto come compagnia un animale dal quale non vogliono separarsi nemmeno quando passano a miglior vita”.
A favore della novità si è espresso il centrodestra e il Movimento 5 Stelle. Contrario il Pd che avrebbe preferito aree separate per gli animali all’interno dei cimiteri.
In sintesi chi vorrà tumulare il proprio animale domestico “per volontà del defunto o su richiesta degli eredi” dovrà farne richiesta agli uffici dei servizi cimiteriali dei Comuni, ai quali è demandata la procedura. Più difficile sarà invece inserire foto e nome dell’animale sulle lapidi. La Regione Lombardia ha infatti approvato anche un ordine del giorno che, per “ragioni di decoro”, sensibilizza i Comuni a vietare tale possibilità.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi