//Vaccina dissemina Erasmus!

Vaccina dissemina Erasmus!

di | 2019-10-14T00:18:34+02:00 14-10-2019 0:18|Alboscuole|0 Commenti
Per disseminazione intendiamo valorizzazione. Le attività di disseminazione e di valorizzazione servono per presentare il lavoro che è stato realizzato durante il ciclo di vita di un progetto Erasmus+. Significa  condivisione dei risultati, dei prodotti e delle esperienze acquisite. Il progetto di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche si occupa di promuovere la dimensione europea , la valorizzazione delle differenze che porta a rafforzare il proprio senso di identità. I risultati di questa esperienza si estenderanno sull’intero territorio d’azione degli studenti e che, durante i momenti di interazione con le comunità locali e le strutture in esso operanti, potranno attuare e concretizzare le competenze apprese durante la mobilità. Le buone pratiche apprese in mobilità verranno poi condivise con tutto il territorio. Pertanto servirà organizzare successivi momenti di diffusione, di coinvolgimento, di disseminazione delle competenze.E’necessario  ai fini della pubblicizzazione/sensibilizzazione ed a garanzia di visibilità, trasparenza e ruolo dell’Unione Europea, avere come obiettivo la diffusione nell’Opinione Pubblica della consapevolezza del ruolo delle scuole, degli scambi, dell’eredità culturale, delle Istituzioni con particolare riguardo a quelle Europee. Il progetto di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche si occupa di promuovere la dimensione europea e lo scambio tra scuole di nazionalità diverse per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado. Il progetto di durata BIENNALE prevede varie azioni di mobilità con cui gli studenti che avranno la possibilità di visitare per alcuni giorni le realtà scolastiche di paesi stranieri e apprendere e imparare vivendo, ma soprattutto di lavorare sulla tematica dell’imprenditorialità, di migliorare la competenza dell’autonomia, di mettere in pratica quelle competenze che permetteranno loro di mettere in pratica ciò che apprendono. I risultati di questa esperienza si estenderanno sull’intero territorio d’azione degli studenti e che, durante i momenti di interazione con le comunità locali e le strutture in esso operanti, potranno attuare e concretizzare le competenze apprese durante la mobilità. Le buone pratiche apprese in mobilità verranno poi condivise con tutto l’Istituto, tra docenti e studenti, famiglie, in appositi momenti strutturati e serviranno per organizzare successivi progetti di internazionalizzazione.   Innanzitutto è necessario una disseminazione iniziale che coinvolga docenti genitori associazioni sul territorio con eventi di pubblicità:
  • Incontro con i genitori dove si esporrà il progetto e le classi coinvolte con il numero degli alunni partecipanti attraverso.
  • Implementare le riunioni dipartimentali.
  • Articoli sul giornalino online dell’Istituto che ha una rete a livello nazionale.
  • Articolo con foto da inviare ad Andrialive dei momenti dei gruppi di ricerca azione dei docenti coinvolti nel progetto nelle fasi di stesura della candidatura e della organizzazione strutturale del progetto.
  • Intervista sulle reti locali alla Dirigente e alla referente del progetto.
  • Creazione di una pagina facebook e un sito (attraverso googlesite)specifico all’evento che attraverso i social diffonda pratiche ed esperienze intitolato Vaccinaerasmus.
  • Partecipazione del gruppo docenti alla piattaforma europea.
  • Locandine
  • Utilizzo del blog della scuola che trasmetta alle altre scuole e condivida l’esperienza.
Nel momento in itinere la disseminazione prevederà:
  • Creazione di classroom per condividere attività idee emozioni dell’esperienza, socializzazione.
  • Creazione di un app attraverso fidenia.
  • Creazione di un hastag Vaccinaerasmus.
  • Articoli sul giornalino online delle attività della mobilità (condisione, uscite, siti archeologici)
  • Videotutorial
  • Webinar tra studenti e docenti.
  • Durante l’openday mostrare video realizzati durante la mobilità.
  • Organizzazione di eventi pubblici nelle sedi delle associazioni sul territori (come MAMRE).
Infine una disseminazione finale quando la mobilità si è conclusa:
  • Creazione di diari di bordo.
  • Di cortometraggi e documentari dell’esperienza.
  • Pubblicazione di articoli sia online che sul giornalino d’Istituto cartaceo
  • Articoli su Andrialive
 

Lascia un commento