//TRA ARTE E CERAMICA A DERUTA!

TRA ARTE E CERAMICA A DERUTA!

Giada La Marra e Roberta Aversa. Il giorno 2 maggio 2019 gli alunni della scuola secondaria “Angelo Santilli” e Vallerotonda si sono immersi nel mondo della ceramica: un materiale inorganico, non metallico, molto duttile allo stato naturale, rigido dopo la fase di cottura. Tra i suoi colori e i nuovi saperi hanno vissuto esperienze diverse, dalle quali hanno acquisito nuove competenze. Esaltati ed emozionati nel primo pomeriggio sono arrivati a Deruta, nella scuola “Romano Ranieri”considerata una delle strutture più rinomate di quest’ arte. Hanno arricchito le loro conoscenze sulla ceramica con l’acquisizione di nuove tecniche sperimentate sul campo pratico e teorico. Stimolante è stato per i ragazzi cimentarsi nella decorazione di piatti facendo uso di colori a tempera. Da apprezzare è il lavoro che c’è dietro alla progettazione di ogni singolo prodotto, in quanto le fasi da eseguire per la realizzazione di materiale sono tante e di certo non semplici. Suggestivo è stato il momento in cui i ragazzi hanno avuto  l’opportunità di ammirare i lavori realizzati da maestri e ceramisti all’opera,  sorprendente è stato poter osservare le esposizioni pronte per la vendita. Ad un occhio inesperto o comunque superfluo il lavoro può sembrare semplice e banale, ma si sono resi conto che dietro agli articoli realizzati ci sono persone con grande esperienza e attenzione che curano ogni minimo dettaglio per cercare di produrre oggetti di alta qualità. Da apprezzare sono l’impegno e la determinazione che spronano  gli adolescenti ad immergersi nel mondo del lavoro attraverso le possibilità che offre questo campo artistico. I ragazzi hanno compreso e ampliato la loro visione nei riguardi di quest’ arte. Invitiamo quindi tutti a dedicare una maggiore attenzione a codeste attività, imparando a conoscere a fondo le sue varie sfumature. È stata un’esperienza ricca di emozioni che gli studenti  non dimenticheranno mai, ha lasciato il segno nei loro cuori, facendoli diventare più consapevoli, riconoscenti e creativi.

Lascia un commento