//Stage linguistico a Malta Un’occasione per imparare e per crescere

Stage linguistico a Malta Un’occasione per imparare e per crescere

di | 2019-09-10T11:06:58+02:00 10-9-2019 11:06|Alboscuole|0 Commenti
di ELISA CIOFFI – Siamo 5 ragazze del 2°B Tecnico Chimico: Elisa Cioffi, Aurora Colarossi, Daria Curzolla, Anastasia Milanese, Serena Salati. Nel mese di aprile abbiamo aderito al viaggio d’istruzione linguistico culturale a Malta. Malta è una piccola isola indipendente situata al centro del Mar Mediterraneo, molto visitata per le ricchezze artistiche, storiche e culturali. La sua capitale è La Valletta. Le due lingue ufficiali sono il maltese e l’inglese ma è molto diffuso anche l’italiano, parlato da più della metà della popolazione maltese. Una delle motivazioni per le quali abbiamo deciso di intraprendere questo viaggio è stato potenziare il nostro inglese, frequentando delle lezioni in una scuola maltese con insegnanti madrelingua ma anche visitare un luogo storico e culturale molto antico e differente dal nostro. La località che più ci ha colpito è stato l’isola di Comino, situata tra l’isola di Malta e quella di Gozo. Qui si trova la Blue Lagoon (Laguna Blu), rinominata così per la sua acqua trasparente di un profondo colore blu e il fondale di sabbia bianca. Noi abbiamo avuto la fortuna di attraversarlo in barca, fare una breve sosta in spiaggia e successivamente fare il bagno. Entrate in mare però ci siamo accorte che l’acqua era tanto fredda, quanto bella! Questo non ci ha permesso di rimanervi immerse a lungo. Un’altra località che abbiamo frequentato è stata la città di Sliema, situata poco lontano dalla capitale, essa ha un porto, molto utilizzato per i trasporti, anche pubblici. Proprio a Sliema si trovava l’hotel nel quale abbiamo alloggiato una settimana e la scuola presso la quale abbiamo svolto le nostre lezioni di inglese. Abbiamo quindi potuto approfondire le nostre conoscenze linguistiche ma anche conoscerci e interagire meglio tra noi ragazzi. Questo ci ha anche permesso di fare nuove amicizie, con le quali abbiamo passato del tempo, non solo di giorno, ma anche la sera in hotel, e con le quali siamo rimaste in contatto una volta finita l’esperienza a Malta. Stando lontano da casa e senza l’aiuto dei nostri genitori, abbiamo potuto acquisire maggiore senso di responsabilità ma anche conoscere e visitare nuovi luoghi e persone con le quali confrontarsi.

Lascia un commento