//Primo giorno di scuola, il Sindaco saluta gli alunni del Liceo Scientifico “Majorana”di Sessa Aurunca

Primo giorno di scuola, il Sindaco saluta gli alunni del Liceo Scientifico “Majorana”di Sessa Aurunca

di | 2019-09-09T20:57:49+02:00 9-9-2019 18:19|Alboscuole|0 Commenti

-La Redazione-

Visita del primo cittadino al Liceo scientifico “E.Majorana” questa mattina

Stamattina il Sindaco di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, insieme all’Assessore alla cultura, Stefania Pellegrino, e al Presidente del Consiglio Comunale nonché ex alunno della scuola, Massimo Schiavone,  ha visitato il liceo “Majorana”.
Il Sindaco  ha salutato gli alunni e ha fatto gli auguri a tutti per l’inizio di questo nuovo anno scolastico.
Un augurio particolare è stato rivolto agli studenti del primo anno che affrontano il primo giorno di scuola, sicuramente emozionati ma anche pieni di gioia per l’inizio di questa bella avventura culturale e umana.
Il Sindaco ha  ricordato il giovane Paolo Mirabella, alunno del liceo “Majorana”, la cui giovane vita è  stata stroncata da un male incurabile. Ha poi illustrato le numerose opportunità, che offre in termini culturali, educativi e di svago la città di Sessa Aurunca, e i numerosi progetti in fieri o realizzati  dall’Amministrazione comunale: la piscina comunale e la riapertura di campi di calcetto, pallavolo, tennis,  che saranno messi a disposizione di tutte le scuole del territorio, con opportune turnazioni, in orario mattutino o pomeridiano; l’utilizzazione del Cinema Corso per eventi e iniziative per la scuola e della scuola.
Il Dirigente scolastico Giovanni Battista Abbate ha invitato gli studenti a osservare un minuto di silenzio in ricordo di Paolo Mirabella. Per un minuto in tutta la scuola c’è stato il silenzio più assoluto: è così che compagni e docenti hanno salutato l’indimenticabile Paolo .
 Al termine del minuto di raccoglimento c’è stato un lungo applauso.
Il DS ha infine ringraziato il Sindaco per l’attenzione, l’interesse e la sensibilità che dimostra verso la scuola e i suoi operatori e gli ha donato un dipinto realizzato dagli studenti.

Lascia un commento