//PAROLE D’AUTORE

PAROLE D’AUTORE

Valeria VACCA e Giulia VERRENGIA. Il giorno 12 aprile 2019,i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di S.Elia e Vallerotonda e una rappresentanza dell’amministrazione comunale hanno avuto l’opportunità di incontrare la famosa scrittrice siciliana Catena Fiorello,che  ha avuto anche l’onore di inaugurare la nuova biblioteca. Questa occasione è stata motivo, per molti i santeliani, di conoscere più da vicino l’autrice di numerosi romanzi  che affrontano tematiche della vita quotidiana. Suggestivo è stato il momento in cui Catena ha tagliato il nastro che simboleggiava l’apertura della nuova biblioteca. Appena entrata la scrittrice ha fatto i complimenti al sindaco e alla bibliotecaria che hanno trasformato un posto “abbandonato” in un luogo di raccoglimento per adulti e ragazzi che vogliono dedicare il loro tempo libero alla lettura. La scrittrice è stata positivamente colpita dal design della struttura, paragonata, nonostante le dimensioni ridotte, ad una delle biblioteche di New York  per la sua maestosità e la sua importanza a livello culturale,perché realizzata, nella casa di Angelo Santilli ;filosofo e patriota santeliano, tra l’altro anche fondatore della nostra scuola. Dopo l’inaugurazione,  Catena Fiorello ha raggiunto  la Scuola Secondaria di primo grado dove la attendevano con trepidazione nell’atrio gli alunni delle varie classi. Prima dell’incontro i ragazzi si erano dedicati alla lettura del suo romanzo “PICCIRIDDA” . La storia è ambientata in un piccolo paese della Sicilia negli anni ‘60. È la storia di una ragazza undicenne di nome Lucia che a causa della partenza dei genitori e del fratello verso la  Germania,viene affidata alla nonna Maria. Da qui si snoda una serie di avvenimenti che segna la ragazza .L’autrice,durante l’incontro, ha trattato anche  l’argomento delicato  della violenza, sia di quella subita dalla protagonista sia della violenza in generale. Catena Fiorello ha catturato subito l’attenzione di tutti gli alunni anche quelli che non hanno avuto l’opportunità di leggere il suo libro, grazie alla sua solarità e al suo sorriso e rispondendo con scioltezza a ogni domanda che i ragazzi le ponevano. È stata molto disponibile e aperta, mostrando anche il suo lato ironico oltre a quello serio. La scrittrice insieme ai ragazzi ha ripercorso le tappe fondamentali del racconto facendo riferimento anche ai disegni realizzati dagli alunni. Il momento più emozionante  è stato quello in cui gli studenti  hanno avuto la possibilità  di farsi autografare il libro da lei scritto e immortalare quella giornata   con delle foto memorabili. È  stato un incontro molto toccante e ogni alunno spera di rimanere nel cuore dell’autrice come lei rimarrà per sempre nei loro cuori.

Lascia un commento