//La storia di Bebe Vio di Lidia Garofalo

La storia di Bebe Vio di Lidia Garofalo

di | 2019-05-16T17:18:10+02:00 16-5-2019 17:18|Alboscuole|0 Commenti
Beatrice Maria Adelaide Marzia Vio,detta Bebe Vio è una schermatrice italiana nata a Venezia il 4 Marzo 1997.Nel 2008,a 11 anni,fu colpita da una terribile meningite che le causò una grande infezione e successivamente l’amputazione dei quattro arti.Dopo essere stata dimessa dall’ ospedale ricominciò subito a studiare e, circa un anno dopo,riprese con la scherma a livello agonistico,grazie ad una protesi progettata per il fioretto. Dopo divenne molto famosa andando in TV e nel 2012 venne scelta dall’Expo 2015 come testimonial del Veneto. Nel 2017 conduce su Rai 1 ” La vita è un figata” in cui Bebe ospita a casa sua persone comuni che raccontano la loro storia. Bebe ha sempre adorato la scherma:la sua prima gara ufficiale fu nel 2010,nel 2011 fu campionessa italiana e nel 2012 fu campionessa italiana assoluta. Bebe non nasconde niente nè cicatrici nè momenti bui. A “Che tempo che fa” dice << Ho pensato al suicidio, ma forse neanche ne capivo il significato,mio padre mi disse che la vita è una figata>>.E’ stata quella frase ad illuminarla,la vita è una figata! Bebe è l’idolo di molti,in particolare in questo momento di Manuel Bortuzzo,un ragazzo colpito per sbaglio da un proiettile. Dice a lui << Non è mai finita se non lo decidi tu>>. Secondo me questi sono i veri supereroi. E come dice lei ” Se sembra impossibile, allora si può fare”.

Lascia un commento