//I CEDRI DEL LIBANO

I CEDRI DEL LIBANO

di | 2018-08-09T08:27:19+02:00 9-8-2018 8:27|Alboscuole|0 Commenti
di Mouhanna Gregorio 2^ A Scuola Secondaria di 1° grado. Un grande saluto ai lettori del giornalino “Foscarini News”, oggi ho deciso di parlarvi in poche righe di uno Stato che si trova in Medio Oriente, e in particolare mi soffermerò sul Libano. Io sono nato a Venezia ma mio padre è Libanese come i miei nonni e per questa ragione ogni anno in estate vado a trovarli. Ogni volta che mi reco in quello Stato cerco di vedere sempre delle cose nuove. Mi è capitato così di andare a visitare la Moschea di Mohammad Al Amin e il Castello di Sidone. Certo questi sono alcuni luoghi che sono molto visitati dai turisti ma personalmente credo che le bellezze più caratteristiche siano i Monasteri come quello di Annaya dell’Ordine Maronita e le Grotte lunghissime di Jeita che nel vederle generano tantissime emozioni. Dopo questa introduzione ciò che desidero parlavi di più perché ha un’importanza particolare è “La Foresta di Dio” che sarebbe la parte restante di una grande fascia di boschi di cedri che in passato ricopriva quasi tutto il territorio del Libano e che si estendeva anche oltre arrivando persino in gran parte del Medio Oriente e sull’Isola di Cipro. Proprio in questi territori il cedro aveva trovato il suo habitat naturale che era diventato perciò la sua casa per molti secoli. I cedri in questione hanno come caratteristica quella di essere molto alti e riescono a vivere per moltissimi anni. Bisogna aggiungere che questo tipo di albero lo si trova soltanto in Libano, ed è proprio per questo che è diventato un suo emblema. Questi alberi di cedro furono scoperti da Achille Richard che era un botanico francese. Purtroppo ci sono delle opinioni discordanti sulla sua origine infatti alcune persone dicono che quelli ritrovati non sono proprio quelli originali, ma alcuni gli scienziati invece affermano che sono realmente proprio quelli che sono sopravvissuti sul territorio sin dai tempi più remoti. Per concludere sottolineo la cosa più importante di quest’albero che è stato scelto come simbolo nazionale tanto da essere inserito sulla bandiera del Libano. ……. Quando sono a casa e mi distendo sul mio lettino per riposare a volte penso alla bellezza, al fascino ma soprattutto al carisma che tale albero è riuscito a ritagliarsi sulle popolazioni di quelle Terre …….. Grazie di aver letto il mio articolo. Le prossime volte cercherò di scrivere nuove cose che sono le più visitate in altri Stati.  

Lascia un commento