//Giornata della Legalità, incontro con “Libera” 1^ O e 1^P

Giornata della Legalità, incontro con “Libera” 1^ O e 1^P

di | 2019-04-18T08:35:15+02:00 17-4-2019 21:37|Alboscuole|0 Commenti
Tenere viva la memoria di quanti sono stati vittime innocenti delle Mafie: questo l’intento degli allievi di alcune classi della scuola Galvani – Opromolla di Angri(SA), che il giorno 21 marzo 2019 si sono riuniti nei rispettivi plessi per celebrare la Giornata della Memoria, in ricordo delle vittime innocenti di Cosa nostra. Le classi I O e I P del plesso Opromolla hanno onorato la memoria di queste persone attraverso un percorso emotivo intrapreso il giorno 11 marzo,quando hanno ascoltato con grande partecipazione e commozione il vissuto personale della signora Annamaria, figlia del Sindaco di Pagani,Marcello Torre, ucciso l’11 dicembre del 1980 dalla Camorra, per ordine di Raffaele Cutolo. La dolorosa storia di Annamaria,che ha riaperto le sue ferite personali per testimoniare l’impegno e il senso del dovere e della giustizia di una personalità di spicco come quella di Marcello Torre, è entrata nelle menti e nei cuori dei piccoli allievi,i quali hanno mostrato grande sensibilità e tanta voglia di comprendere fino in fondo la sofferta vicenda a loro raccontata. Questo incontro ha segnato molto gli studenti che in tal modo si sono sentiti coinvolti e vicini ai familiari delle vittime. Tante sono state le domande rivolte alla testimone di questa efferata violenza,tante le storie di cui si è poi parlato e che i ragazzi hanno approfondito nel corso dei giorni successivi. Ognuno ha maturato in sé pian piano una grande consapevolezza e un grande impegno nel far rivivere queste persone nella nostra memoria, ricostruendo i tragici avvenimenti ed immedesimandosi nei protagonisti di ogni storia con grande serietà e senso di civiltà. Il giorno 21 tutti gli allievi hanno dato il loro valido contributo affinché nessuna vicenda sia dimenticata, affinché ognuno nel suo piccolo si faccia portavoce di una lotta quotidiana per garantire la giustizia e il bene della comunità. I ragazzi di I O e di I P si sono avvicendati in una emozionante commemorazione di questa giornata, presentando i loro lavori, frutto di attente ricerche e precise ricostruzioni degli eventi, presentati a turno attraverso delle slide in Power Point ; alcuni gruppi hanno realizzato numerosi cartelloni ,soffermandosi sulle storie locali di Marcello Torre, Dino Gassani e il suo segretario Giuseppe Grimaldi,che non si sono piegati alla Camorra e anche su storie di persone uccise per errore nelle lotte tra clan come Ciro Rossetti, Filomena Morlando e tanti altri. Un altro gruppo ha approfondito le storie tristemente note di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e di molti altri protagonisti della lotta contro la criminalità organizzata. Sono state lette e interpretate alcune lettere dei familiari delle vittime,rese proprie attraverso una viva partecipazione emotiva. Sono state collegate storie ad altre storie personali; ogni biografia è stata arricchita e vissuta a modo proprio da tutti i partecipanti ed ognuno ha regalato qualcosa di sé, del proprio io in questo importante momento di raccoglimento. Si è inoltre anche approfondito il grande messaggio di persone come Don Luigi Ciotti, fondatore dell’Associazione ‘Libera’ e si è parlato del ruolo importantissimo che tale organo svolge quotidianamente con l’intento di sollecitare la coscienza civile di ognuno, promuovere la giustizia sociale e valorizzare la memoria. Toccante il momento finale in cui tutti i ragazzi, alzandosi uno per volta, hanno letto a gran voce i nomi delle vittime. Tutti insieme, nel loro ’luogo di memoria’ si sono stretti idealmente a quanti in questo giorno sono scesi in diverse piazze in ricordo delle persone innocenti uccise delle Mafie per contrastare la diffusione delle illegalità e il dominio mafioso nel nostro paese.

Lascia un commento