//Facciamo sentire la nostra voce!

Facciamo sentire la nostra voce!

di | 2019-03-15T21:49:36+01:00 15-3-2019 21:49|Alboscuole|0 Commenti
Maria Pallara, Greta Quarta, Gaia Villani- “Non siete abbastanza maturi da dire le cose come stanno[…] Voi dite di amare i vostri figli ma state rubando loro il futuro davanti agli occhi […] finché non vi fermerete a focalizzare cosa deve essere fatto anziché su cosa sia politicamente meglio fare, non c’è alcuna speranza. Non possiamo risolvere una crisi senza trattarla come tale”. Così Greta Thunberg si rivolge agli alti dirigenti mondiali e ai capi di Stato di ben 196 nazioni durante il suo intervento alla Conferenza Mondiale sul Clima tenutasi in Polonia lo scorso dicembre La sua richiesta è che si attivino immediatamente per ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, causa del riscaldamento globale. Lei, semplicemente una ragazzina di 16 anni, vuole salvare il mondo, ma non sei mai troppo piccolo per fare la differenza, come lei stessa afferma. Greta è determinata, perché consapevole della gravità della situazione e chiede aiuto a tutti noi, scuote le nostre coscienze con i suoi discorsi che si spera facciano arrossire gli adulti. Il venerdì niente scuola, lei sciopera, questo è il suo modo di manifestare con caparbietà il suo interesse per il pianeta. Anche noi ragazzi dell’I.C. Galateo-Frigole oggi, 15 marzo, con cartelloni, striscioni, magliette e quant’altro da noi realizzato, abbiamo fatto sentire le nostra voce, unendola virtualmente a quella di Greta. Ebbene sì, siamo proprio noi ragazzi che dobbiamo difendere il nostro pianeta e la vita futura dei nostri figli e di tutte le prossime generazioni. Tutti hanno il diritto di godere della meravigliosa Madre Terra, che tale dovrebbe restare. Dunque siamo d’accordo con Greta, bisogna intervenire immediatamente, basta con gli inutili “domani si farà” scaricando decisioni, responsabilità e conseguenze a chi verrà dopo di noi. Greta ci ha veramente conquistato, quando lei parla tutto sembra facile e di veloce soluzione. E così è per noi ragazzi, perchè siamo lontanissimi dagli interessi economici degli adulti, parliamo il linguaggio del rispetto verso l’ambiente e il prossimo. Se riflettete è questo di cui parla Greta, attuare quello sviluppo sostenibile di cui tanto si parla, ma che ancora oggi non è attuato.  

Lascia un commento