//Catena Fiorello racconta Piccirida a Sant’Elia

Catena Fiorello racconta Piccirida a Sant’Elia

Lanni Luca – Raviele Gianluca – Quest’anno noi alunni della Scuola Secondaria  “Angelo Santilli” abbiamo avuto l’onore di leggere il romanzo “Picciridda”, di Catena Fiorello, una scrittrice siciliana. Questo è un romanzo ambientato a Leto, nella Sicilia degli anni ’60, periodo in cui si sono verificate molte migrazioni verso i paesi più ricchi, in cerca di fortuna. La protagonista della storia è Lucia che,come tanti bambini di quegli anni,venivano affidati ai nonni o agli zii perché i genitori partivano. Grazie alla lettura del romanzo “Picciridda”, abbiamo avuto l’opportunità di avere la scrittrice nella nostra scuola .Per l’occasione, noi studenti abbiamo realizzato disegni e cartelloni che abbiamo appeso alle pareti. L’ incontro era previsto per le ore 10:30 ma è arrivata in ritardo e, per questo, era molto dispiaciuta e si è scusata con noi. La scrittrice è stata accolta con grande applauso che ha apprezzato molto. Per prima cosa si è presentata e poi ha cominciato a palarci del suo romanzo che ha vinto il premio letterario “Elsa Morante”. Ha conquistato subito l’attenzione e la simpatia di noi studenti,visto che è una persona molto sorridente, infatti ha regalato sorrisi e battute a tutti, anche agli insegnanti, con cui si è intrattenuta anche dopo il suono della campanella .Con la sua simpatia ha subito rotto il ghiaccio con noi studenti, rendendo quel momento piacevole,infatti come lei stessa ha detto,  la presentazione di un libro può essere noiosa per i ragazzi serve per capire, a chi non lo ha letto, le risposte date alle domande fatte.

Lascia un commento