//Bianca come il latte, rossa come il sangue

Bianca come il latte, rossa come il sangue

di | 2019-09-11T19:39:09+02:00 10-9-2019 22:54|Alboscuole|0 Commenti
di Carlo La Vecchia-3D Bianca come il latte, rossa come il sangue è il primo libro scritto  da Alessandro d’Avenia e pubblicato nel 2010. Il romanzo narra di Leo, un ragazzo di 16 anni innamorato di Beatrice, una ragazza dagli occhi verdi e dai lunghi capelli rossi. Leo non sopporta la scuola,suona la chitarra, fa parte di una squadra di calcio, i Pirati, e ha un motorino. Leo ha anche degli amici come Niko, un suo compagno di squadra, e Silvia, che lo aiuta sempre nello studio ed è segretamente innamorata di lui. Leo non ha il coraggio di dichiararsi a Beatrice e solo Silvia sa che ne è innamorato; ben presto, però, si scoprirà che Beatrice è malata di leucemia e, da quel momento, l’atteggiamento scherzoso e spensierato del protagonista muterà profondamente. Leo decide di donare il midollo a Beatrice ma, siccome non risponde ai suoi messaggi,  di spedirle una lettera. Purtroppo, mentre cerca di consegnarla,viene investito e viene ricoverato nello stesso ospedale in cui si trova Beatrice. Guarito dalle ferite dell’incidente, torna a scuola e, dopo varie peripezie, scopre che la malattia di Beatrice è peggiorata. Allora marina la scuola con Silvia per andare a trovare Beatrice. Le confessa il suo amore, ma lei gli ricorda che sta per morire. Tuttavia gli dice che può tornare a trovarla. Allora i due iniziano a frequentarsi. Beatrice però fa capire a Leo che la sua anima gemella non è lei ma Silvia. Leo decide di dichiararsi a Silvia, ma quest’ultima gli confessa che il motivo per cui Beatrice non rispondeva ai suoi messaggi è che lei gli aveva fornito il numero sbagliato per gelosia. Allora i due si separano. Beatrice muore. Dopo l’estate, Silvia decide di spedire una lettera a Leo, che capirà i suoi sentimenti e tornerà a rivederla.   I personaggi:
Leo, il protagonista, si sente come un leone, ma è anche insicuro e lunatico, infatti, davanti a situazioni difficili si trova in difficoltà e ricorre sempre all’aiuto di Silvia. È innamorato di Beatrice e farebbe di tutto per lei, ma non si accorge che in realtà è Silvia la persona che veramente ama. Il suo colore preferito è il rosso, associato alla passione, mentre quello più odiato il bianco, simbolo di monotonia, dolore e tristezza.
Beatrice, la ragazza dai capelli rossi e gli occhi verdi di cui Leo è innamorato. È malata di leucemia e destinata a una morte prematura. 
Silvia, la fedele migliore amica di Leo, che gli dà sempre i consigli giusti e lo capisce al volo. È segretamente innamorata di lui, anche se tutti se ne sono accorti tranne il diretto interessato.
È stata lei a fornirgli il numero (sbagliato) di Beatrice.
Niko, il migliore amico di Leo, con cui condivide i tornei di calcio e varie sfide pericolose con il motorino (sempre vinte da Leo).
Il “Sognatore, il supplente di storia e filosofia che dà consigli a Leo e lo incita a credere nei suoi sogni (da cui il soprannome).
Gandalf, il professore di religione e sacerdote locale. Viene soprannominato così per via della sua vecchiaia (Gandalf è il nome di un anziano mago de Il Signore degli Anelli).
Il narratore è interno e coincide con il protagonista.  La fabula e l’intreccio non coincidono poiché sono presenti dei flashback. Dal libro è stato tratto anche un film, proiettato per la prima volta il 4 aprile 2013. Bianca come il latte, rossa come il sangue è un libro che incita a credere nei propri sogni e a non arrendersi dopo le difficoltà. Il titolo è un riferimento all’aspetto di Beatrice ma anche alla leucemia e allo scontro fra i due colori, il rosso (simbolo di amore e felicità) e il bianco (il colore della tristezza e del dolore). 

Lascia un commento