//Solo a Napul ò sann fà…

Solo a Napul ò sann fà…

di | 2019-01-12T20:11:06+01:00 13-1-2019 6:45|Pensierino del Mattino|0 Commenti
Può bastare un cartone e una carezza a cambiare la notte dei clochard. La dimostrazione arriva da sette amici che dopo un anno e mezzo di progettazione e grazie alla sponsorizzazione di una azienda di Nocera Superiore che produce manufatti in cartone ondulato di alta qualità, sono riusciti a regalare una “Scorz”, ovvero un rifugio temporaneo, a circa quaranta persone che di notte dormono all’addiaccio. Un piccolissimo conforto che nasconde un grande gesto di amore verso i più deboli. Giuseppe D’Alessandro (nella foto), 30 anni, designer di professione, è colui che ha messo in piedi la macchina della solidarietà che il giorno dell’Epifania ha portato un po’ di sollievo ai senza fissa dimora di via Marina e della Galleria Umberto di Napoli. Ha distribuito le casette di cartone che un altro amico, Nicola Savarese ha fatto realizzare dalla sua ditta, la “Formaperta” di Nocera Superiore. Una collaborazione che si è avvalsa della preziosa esperienza del disegnatore berlinese Jasper Precht. La Scorz di cartone può resistere anche un inverno intero ed è stata volutamente realizzata per essere temporanea, affinché si sappia che dormire per strada non può essere un’abitudine.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi