//E’ l’ora dei bilanci e dei buoni propositi

E’ l’ora dei bilanci e dei buoni propositi

di | 2018-12-28T13:04:10+01:00 30-12-2018 7:00|Punto e Virgola|0 Commenti
E’ il momento dei bilanci. E magari pure delle buone intenzioni. Se ne sta andando il 2018 con il suo carico di patemi, delusioni, incertezze. E anche di dolori non rimarginabili per coloro che si ritrovano senza la presenza di persone care. Ma anche con qualche gioia, qualche segnale di ottimismo, qualche spiraglio di rinascita. No, non si parla di governo o di politica, ma di notizie che in un panorama generalmente buio aprono uno squarcio di sereno. Perché la vita per fortuna continua, deve continuare.   Che cosa lascia in eredità l’anno vecchio? Ognuno di noi, aprendo il libro dei ricordi, può crearsi il diario degli ultimi dodici mesi. E ognuno ne potrà trarre auspici per l’anno nuovo. Qualcosa da correggere, altre da cambiare totalmente; errori da non ripetere, torti da dimenticare; scuse da porgere, altre da ricevere… Il percorso di ciascuno non può essere esente da intralci e pure da cadute. Ma, come si suole ripetere, non è bravo chi non cade mai, ma chi inciampa e sa rialzarsi. Certe volte da solo, altre con l’aiuto di chi tende una mano. L’importante è tornare in posizione eretta e riprendere a testa alta il cammino.   E poi ci sono i buoni propositi: smettere di fumare, mettersi a dieta, riprendere a fare sport… Piccoli e grandi obiettivi che migliorano la qualità della nostra vita. E con essa anche quella delle città e dei paesi dove viviamo: differenziare i rifiuti e depositarli nei giorni e negli orari giusti; non sporcare le strade e i marciapiedi perché dobbiamo considerarli casa nostra; non appestare l’aria di fumi maleodoranti e pericolosi; non accettare soprusi e prepotenze ribellandosi e, ove necessario, denunciandoli alle autorità competenti. Non è il manuale delle giovani marmotte, ma la base per una convivenza serena e il più possibile civile. E qui non ci sono governanti o amministratori (di qualsiasi colore e provenienza) che possono farci granché: tocca a noi, ad ognuno di noi.   Salutiamo dunque il 2018 senza troppi rimpianti e accogliamo il 2019 sperando, come sempre, che sia migliore di quelli precedenti.   Buon Anno a tutti.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi